Il Progetto ICE-MEMORY all’I.C. Spoltore

I nostri ragazzi hanno partecipato ad un evento formativo su “ICE-MEMORY”, un progetto di ricerca internazionale, riconosciuto dall’UNESCO, con un duplice obiettivo: raccogliere e conservare carote di ghiaccio prelevate dai ghiacciai di tutto il mondo che potrebbero scomparire o ridursi […]

I nostri ragazzi hanno partecipato ad un evento formativo su “ICE-MEMORY”, un progetto di ricerca internazionale, riconosciuto dall’UNESCO, con un duplice obiettivo: raccogliere e conservare carote di ghiaccio prelevate dai ghiacciai di tutto il mondo che potrebbero scomparire o ridursi moltissimo a causa del riscaldamento globale.

In Italia “ICE-MEMORY” è organizzato dall’Istituto di Scienze Polari del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università Ca’ Foscari Venezia e realizzata, in queste settimane, sul GHIACCIAIO DEL CALDERONE, sul Gran Sasso.
Il nostro istituto ha ospitato con orgoglio il brillante e coinvolgente intervento del coordinatore della missione: il dottor Jacopo Gabrieli, glaciologo, esperto di climatologia in ambiente alpino e polare, responsabile delle attività di ricerca italiane del progetto ICE-MEMORY.
Proprio in questo giorni è terminata la campagna di perforazione del Calderone sul Gran Sasso, ultimo esempio del glacialismo della catena appenninica. Gli scienziati hanno per la prima volta a disposizione un campione di ghiaccio profondo dal glacio-nevato, la cui analisi chimica permetterà di ricostruire il passato climatico e ambientale del massiccio e delle regioni circostanti.

Salvare la “memoria” del Gran Sasso

Nel cuore del ghiacciaio del Calderone tracce di vegetali e insetti

Ultimo aggiornamento

12 Maggio 2022, 19:30

Skip to content